giornali

Tra gli articoli umoristici che ho inventato, i “biglietti di auguri quotidiani” sono sicuramente stati quelli di maggior successo; probabilmente li avrete visti esposti se qualche volta siete stati in un negozio di articoli da regalo. L’articolo in realtà è assai semplice: si tratta di un foglio 64×49 cm stampato in bianco e nero e piegato in due: quattro facciate in tutto. Nella terza facciata c’è incollato un foglio di adesivo a specchio e sotto c’è la scritta: “ecco la faccia del festeggiato / della festeggiata”. Si tratta quindi di gadget prodotti a costo assolutamente irrisorio, la differenza sta tutta nei testi umoristici che li compongono.
Ho creato i primi soggetti verso la fine degli anni 90, ed ho continuato ad inventarne di nuovi negli anni successivi fino ad arrivare a 48 soggetti in totale.
L’idea è stata imitata da molti, a Napoli l’hanno copiata di sana pianta, fotografando i giornali così come stavano e ristampandoli, senza neanche preoccuparsi di togliere il logo del produttore originale.

 

Condividi